Mai Più Violenze

Nessun annuncio, solo esperienze.

Questa proposta nasce dalla convinzione che la comunicazione non debba raccontarci la realtà ma la crei. Non abbiamo utilizzato parole che seducono, ma solo parole che “sono”.

Violenza
Una esperienza che purtroppo ha molte interpretazioni. Una persona è in grado di sopportare livelli inauditi di violenza, ma quasi mai è in grado di raccontarla. Anche a se stessa.

Domestica
La violenza ha nella maggior parte dei casi una faccia amica, questo rende difficile una reale presa di coscienza e la difficoltà ad agire di conseguenza. La vittima di violenze è in molti casi legata da un perverso legame di dipendenza con il maltrattatore. Riprendere coscienza di sé richiede molto tempo.

Parole
Sul tema ‘Violenza domestica’ si sono spese e si spendono quantità immani di parole, tante da rendere quasi impossibile l’indignazione e l’attenzione. Il risveglio delle coscienze è soffocato da troppa informazione; si pone sul medesimo piano realtà che dovrebbero essere incomparabili.

Immagini
Soffriamo di iperrealtà, la ridondanza di immagini non lascia più spazio all’immaginazione, anche l’utilizzo del cosiddetto ‘effetto shock’ non fa altro che farci considerare come ‘altra’ la realtà rappresentata.

Le nostre scelte
Abbiamo scelto di non utilizzare immagini, di dare alle parole un valore esperienziale, di utilizzare un mezzo economico come la cartolina ma che può diventare intimo, tascabile, variabile, trasmissibile.


© 1993 – 2017 Copyright © 2017 Co.Mo.Do | Comunicare Moltiplica Doveri | soc. coop.